Stiamo caricando

Giorno della Memoria

Teatro Bonci

A proposito di questo spettacolo

Considerato “uno dei più innovativi e interessanti direttori della nuova scuola italiana”, sia nel repertorio operistico che in quello sinfonico-corale e barocco, Filippo Maria Bressan è uno dei pochi direttori italiani ad essere invitato regolarmente a dirigere e collaborare con orchestre e compagini di massimo prestigio, quali l’Orchestra e il Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra e il Coro del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino. Tra i molti concerti sono da segnalare le standing ovation al Teatro Colòn di Buenos Aires, l’esecuzione dell’Alexander’s Feast di Händel con il Coro e l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia all’Auditorio Parco della Musica di Roma, I Vespri di Natale, diretti nella Basilica di San Marco a Venezia con l’Orchestra e il Coro del Teatro La Fenice, i concerti in mondovisione per il Papa.

  • S. Prokoviev Ouverture su temi ebraici op. 34
  • G. Mahler Sinfonia n. 1 in re maggiore

Dati artistici

direttore Filippo Maria Bressan
orchestra del Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena e Orchestra Sinfonica “Maderna” di Forlì

Se ti piace Giorno della Memoria ti suggeriamo anche:

10/03/2019
Teatro Bonci
Musica colta e virtuosismo: un pianista intenso e coinvolgente si esercita sulle Sonate dell’amato Schubert
03/02/2019
Teatro Bonci
L’attrice e cantante tedesca Ute Lemper, icona di stile, racconta la storia di Marlene Dietrich, cantando le meravigliose canzoni che hanno segnato la sua vita

Ecce Cor Meum

Studi per un teatro che viene
dal 24/05/2019
al 25/05/2019
Altri spazi
Giovani interpreti in grado di tentare un percorso artistico proprio, con il coordinamento di Teatro Valdoca
08/02/2019
Teatro Bonci
Un giovane talento diretto dal proprio maestro nell’omaggio al fuoriclasse della composizione, Beethoven

Per la ragione degli altri

Un tradimento di Pirandello
07/04/2019
Teatro Bonci
Cos’è la Famiglia? Tra Pirandello e il presente, una storia feroce fatta di ruoli e convenzioni sociali