fbpx
Stiamo caricando

Don Juan

A proposito di questo spettacolo

Premio Danza&Danza come Miglior Produzione 2020, Don Juan rilegge in chiave psicanalitica il celebre personaggio che attraversa la letteratura occidentale.

Don Giovanni è lo stereotipo del latin lover. Il suo unico obiettivo nella vita è sedurre quante più donne possibile. È un cacciatore e collezionista di donne.
Ma cosa lo spinge a comportarsi così?
Un drammaturgo e un coreografo scavano nel suo passato e trovano un trauma, che lo ha plasmato nel suo discutibile comportamento.

«Ci siamo chiesti cosa abbia reso Don Juan il personaggio che è. Abbiamo cercato di capire da dove venisse questo comportamento e il suo trattamento delle donne» scrive Gregor Acuña-Pohl. «Per noi il nostro personaggio è ovviamente segnato dalle esperienze della sua infanzia».

«Il nostro protagonista cerca la madre in ogni incontro con l’altro perché lei lo ha lasciato da piccolo. Non sappiamo per quale motivo e in che modo ma siamo certi che l’abbandono abbia determinato nel piccolo Don Juan un grande vuoto interiore e un’immaturità nella sfera emotiva, sentimentale. Per colmare questo vuoto, per far fronte alla separazione dal ventre materno Don Juan ha bisogno di collezionare grembi femminili» spiega Johan Inger.
La madre diventa come un fantasma nella sua mente e lui cercherà sempre di trovarla, cercandola in ogni donna che seduce.

Ricordando le parole di Molière («ha un cuore abbastanza grande da amare il mondo intero»), Acuña-Pohl e Inger abbracciano la versione femminista di Suzanne Lilar Le Burlador: Don Giovanni è un giocattolo nelle mani delle donne, una “vittima”. Un uomo che è in grado di dare, in qualsiasi momento, ad ogni donna esattamente ciò che merita e di cui ha bisogno: il suo unico crimine è l’impossibilità di rimanere fedele alle sue parole e azioni.

Acquista a partire da 17,92

Dati artistici

coreografia Johan Inger
musica originale Marc Álvarez orchestrata da Manuel Busto con l’Orquesta de Extremadura
dramaturg Gregor Acuña-Pohl
scene Curt Allen Wilmer (Asociación De Artistas Plásticos Escénicos De España) con Estudiodedos

costumi Bregje Van Balen
luci Fabiana Piccioli
produzione Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto
coproduttori Ravenna Festival, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia/Festival Aperto, Fondazione Teatro Regio di Parma, Associazione Sferisterio Macerata, Festspielhaus St. Poelten, Teatro Stabile del Veneto, Fondazione Teatro Metastasio di Prato, Centro Teatrale Bresciano, Fondazione Cariverona – Circuito VivoTeatro (Teatro Ristori di Verona, Teatro Comunale di Belluno, Teatro Salieri di Legnago, Teatro Comunale di Vicenza, Teatro delle Muse di Ancona)

foto di Celeste Lombardi

Acquista a partire da 17,92

Se ti piace Don Juan ti suggeriamo anche:

29/01/2022
Teatro Bonci
Due pezzi coreografici, di Michele Merola e Enrico Morelli, interpretati dalla MM Contemporary Dance Company.
Acquista
a partire da 17,92
07/12/2021
Teatro Bonci
L’antidoto di Daniel Ezralow alla complicazione della vita: uno spettacolare inno danzato alla libertà che trascina il pubblico in una dimensione di fantasia, energia, umorismo.
Acquista
a partire da 17,92
08/02/2022
Teatro Bonci
Aterballetto rilegge in chiave psicanalitica il celebre personaggio che attraversa la letteratura occidentale.
Acquista
a partire da 17,92
dal 30/12/2021
al 31/12/2021
Teatro Bonci
Illusioni ottiche, effetti speciali, ombre colorate, performance antigravitazionali: creature luminescenti danzano davanti ai nostri occhi, nella meraviglia di un Blu infinito.
Acquista
a partire da 17,92

Astor

Un secolo di Tango
12/11/2021
Teatro Bonci
Acquista
a partire da 17,92