fbpx
Stiamo caricando

Suite Francese

Profondità e leggerezza tra astrazione e virtuosismo

Teatro Bonci

A proposito di questo spettacolo

Due gli importanti anniversari che si incontrano in occasione di questo concerto: il centenario dalla scomparsa di Debussy e l’imminente bicentenario dalla nascita di Offenbach. Due personalità musicali diverse ma accomunate dall’aver interpretato, ciascuno a suo modo, lo spirito del loro tempo: enigmatico e introspettivo il primo, ironico e irriverente il secondo. In programma, un percorso di musiche e parole nel quale il pubblico sarà condotto dalla personalità magnetica del violoncellista Giovanni Sollima, dalla violinista Giovanna Polacco, erede della scuola del grande Paolo Borciani (primo violino del Quartetto Italiano), e dal pianista Alfonso Alberti, autore del volume Le sonate di Claude Debussy: testo, contesto, interpretazione (Edizioni LIM 2008). Quest’ultimo guiderà la riflessione sulle musiche, cruciali nella poetica dei due compositori ma anche espressione di una Francia e di un’Europa che, divise tra l’euforia del nuovo secolo e il dramma del primo conflitto mondiale, si interrogavano su radici e diversità.

in occasione del bicentenario della nascita di Offenbnach (1819) e del centenario della morte di Debussy (1918)

 

  • Claude Joseph Rouget de Lisle (1760-1836)
    La Marseillaise, versione di Charles Dancla per violino, violoncello e pianoforte (3’30)
  • Ignace Pleyel (1757-1831)
    Duetto n.4, dai Sei Duetti op.16 per violino e violoncello (8’)
  • Jacques Offenbach (1819-1880)
    Da Les Contes d’Hoffmann: Barcarole, versione d’epoca per violino, violoncello e pianoforte (04’)
  • Claude Debussy (1862-1918)
    Valse La plus que lente, versione di L.Roques per violino e pianoforte (04’30)
    Sonata n.1 per violoncello e pianoforte (12’)
    I. Prologue: Lent, sostenuto e molto risoluto
    II. Sérénade: Modérément animé
    III. Final: Animé, léger et nerveux
    (Prima parte: 32’ di musica e 8’ di guida all’ascolto per totali 40’)

    *******

  • Claude Debussy (1862-1918)
    Beau soir, versione di Jascha Heifetz per violino e pianoforte (03’)
  • Giovanni Sollima (1962)
    Un violoncello per Satie per violoncello solo (03’30)
    Natural Songbook n.5 per violoncello solo (06’)
  • Jacques Offenbach (1819-1880)
    dagli Etudes op.78 n.10 per violoncello solo (03’30)
  • Claude Debussy (1862-1918)
    Trio in Sol maggiore per violino, violoncello e pianoforte (22’)
    I. Andantino con moto allegro
    II. Scherzo: Moderato con allegro
    III. Andante espressivo
    IV. Appassionato
    (Seconda parte: 38’ di musica e 12’ di guida all’ascolto per totali 50’)

 

Dati artistici

violoncello Giovanni Sollima
violino Giovanna Polacco
pianoforte Alfonso Alberti

 

 

Ancora più Teatro?

Questo spettacolo è parte dei seguenti abbonamenti:

Bonci Omnibus Concerti Musica Omnibus

Se ti piace Suite Francese ti suggeriamo anche:

dal 05/01/2019
al 06/01/2019
Teatro Bonci
Un classico dell’Opera Cinese sulla forza dirompente dell’amore, in un allestimento ipnotico e suggestivo
03/02/2019
Teatro Bonci
L’attrice e cantante tedesca Ute Lemper, icona di stile, racconta la storia di Marlene Dietrich, cantando le meravigliose canzoni che hanno segnato la sua vita

Tempo di CHET

La versione di Chet Baker
dal 14/02/2019
al 17/02/2019
Teatro Bonci
La musica di Paolo Fresu e un cast di attori di primo piano fanno rivivere il genio musicale di Chet Baker

Pensieri e parole

Omaggio a Lucio Battisti
24/03/2019
Teatro Bonci
Da “Il mio canto libero” a “Penso a te”, la maestria di Peppe Servillo al servizio del genio di Lucio Battisti
10/03/2019
Teatro Bonci
Musica colta e virtuosismo: un pianista intenso e coinvolgente si esercita sulle Sonate dell’amato Schubert